Spunti di comunicazione che fanno bene al tuo business

Non forzarti di essere chi non sei: trova te stesso. Spunti per una comunicazione autentica, che fa bene al tuo biz

Uno dei libri più in voga nella seconda metà degli anni ‘90 era Va’ dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro.
Come sempre accade, c’è chi lo amò profondamente, sottolineandolo a più riprese, e chi lo disdegnò relegandolo nella schiera dei libri di poco valore, forse anche un po’ retorici.

Stavo ripassando questo aneddoto nella mente, quando mi è sorta in testa una domanda rispetto alla narrazione di sé sui social: ma davvero dobbiamo star dietro a quello che consigliano i fantomatici Guru, ai loro modelli di comunicazione, ai loro imperativi, o possiamo bonariamente fregarcene e provare ad inseguire il nostro essere più autentico?

Sia chiaro, non sto parlando di fregarsene delle regole base del buon gusto e del rispetto , ma di non farsi inibire dal paragone con le altre forme di narrazione di sé e provare a trovarne una tutta propria.

La narrazione di sé sui social: trova la tua strada

In questo momento non parlo alle grandi aziende, ma a te che hai una piccola attività personale, o sei un’artigiana handmade, o magari sei un libero professionista o un consulente freelance e curi da solo/a la tua presenza sui social.

Spesso, quando si inizia a stare online, si procede un po’ alla cieca.
Poi segue il momento delle prime consapevolezze.
Ci si inizia ad informare per acquisire le prime competenze di base e spesso si incappa nei Guru della Comunicazione.
Molti nel seguirli si trovano benissimo, e poi c’è chi non si sente a suo agio con certe pratiche di comunicazione e marketing, non le sente proprie e cerca una strada diversa, una strada propria.

Ok, se sei tra queste persone, benvenuta e benvenuto! 🙂

Ti do il benvenuto perché voglio rassicurarti su una cosa: non ti sentire perso/a.
Pur avendo lasciato la strada più battuta, non vuol dire che tu non possa crearne una che sia più aderente a te.
Io sono qua proprio per farti sapere che tutto ciò è possibile, e non solo, sarà anche bellissimo!

Parto quindi da questa consapevolezza: dopo la fase di acquisizione delle competenze necessarie (a tal proposito, ci sono anch’io che posso trasmettertele con tanta cura! ;)), è l’ora di mettersi alla prova e di iniziare a giocare e questo gioco vede come protagonista TE.

Che significa?

Che la strada per essere riconosciuti come business, e parlo di Facebook e Instagram in particolare, sta nell’uscire fuori, esporsi, tirare fuori chi siamo con coraggio, positività e autenticità.

Mi spiego meglio. Spesso quando comunichiamo sui social, siamo portati a guardarci attorno, a vedere cosa fanno i nostri competitor, a sentire a volte la sensazione di essere non adeguati, non abbastanza all’altezza. Allora per stare al passo e sentirci meno sfigati (passatemi il termine) ci omologhiamo, commettendo forse uno degli errori più gravi che si possano compiere nel raccontare sé stessi.

Per esperienza, quello che mi sento di dire, è che sicuramente è importante analizzare cosa fa la concorrenza, prendere spunto dai più bravi (ho detto spunto, non copiare, eh! ;)), analizzare il tono di voce, il piano editoriale, ma poi, ad un certo punto, devi venire fuori tu.

Trovare una comunicazione autentica: esci fuori

Eh sì, parlo proprio a te, è arrivato il momento: devi esporti, far venire fuori chi sei, tirare fuori la tua persona, i tuoi valori, i tuoi ideali, ciò che pensi e che senti, quello che davvero fa di te la persona che sei e ciò che rende il tuo business diverso rispetto agli altri, anche fosse solo perché dietro ci sei proprio tu.

Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia.

Seth Godin

Perché ritengo che sia così importante fare un lavoro su di sé, sulla propria linea comunicativa, sul proprio tono di voce e sulla narrazione di sé e del proprio business? Perché le persone non cercano solo prodotti o servizi da acquistare, ma cercano nuove persone da conoscere e di cui fidarsi: relazioni da costruire, incontri belli che offrono un valore aggiunto.

Non solo, a livello di comunicazione, sebbene tutto sia già stato detto, e il tuo prodotto magari è affine a quello che produce un’altra artigiana (sono esempi), quello che dobbiamo tenere a mente è che a fare la differenza sarai tu, con la tua voce, la tua esperienza, la tua magia, la tua capacità di raccontare storie, il tuo punto di vista, speciale e unico proprio perché tuo.

Ma per farlo devi mettere a tacere il boicottatore interno di cui ti ho parlato qui e iniziare a lavorare sui tuoi punti di forza.
Come sempre accade, anche nei percorsi di psicoterapia è così, lavorare su di sé è la cosa più difficile e faticosa in termini emotivi da fare. Ma solo facendo questo, potrai riuscire a far fiorire il bello che ti abita e dargli voce.

Se vedi che fai un po’ di fatica, non ti abbattere, magari hai solo bisogno di un piccolo aiuto per trovare la rotta e puoi sempre contare sulla mia mano tesa! 🙂

Perché è indispensabile avere chiare le idee e sapere da dove partire. E dopo aver guardato, osservato, studiato i competitor, quello che manca da trovare ha un nome: sei tu!

La narrazione di sé che fa bene al tuo business

Se riesci a fare questo, a cucire un tessuto di parole sentite, che facciano trasparire chi sei, la tua autenticità, piano piano vedrai che le persone si avvicineranno a te, come tu a loro ed ecco scattare una cosa bellissima che ha quasi del magico e commovente: la relazione.
La relazione ti salverà: ti salverà dalle paure, ti solleverà dai dubbi, ti farà sentire accolto/a e appagato/a.

Ma proprio per questo, oggi ti dico qualcosa in più.

Per far volare alto il tuo business (è il mio punto di vista ovviamente, non una legge universale!), ogni tanto tieni le briglie morbide e lasciati trasportare dall’ispirazione, dall’intuito!
Non credo nelle ricette preconfezionate, nel fai così perché così fan tutti. Non amo le soluzioni che valgono per tutti e quindi il mio consiglio è: lasciati andare.

  • tieni d’occhio gli altri, ma solo se riesci a trasformare il loro contributo in qualcosa di costruttivo per te, altrimenti, oscurali e tira dritto per la tua strada.
  • cerca di avere una strategia comunicativa e creati un piano editoriale, certo, ma poi sovvertilo, gioca, ispirati!
  • crea relazioni autentiche: interagisci, commenta, condividi, creati una rete. Soprattutto su Instagram questo è possibile ed è davvero molto arricchente!
  • se riesci, #seminailbello: crea contenuti di valore che trasmettano e facciano migliorare il mondo attorno a noi 🌱
  • ma soprattutto, prenditi per mano, portati verso te stesso/a, segui il tuo intuito che ne sa una più del diavolo e va’ dove ti porta il cuore! 💙

Luglio 18_2019

Ti potrebbe interessare anche: