Semina il Bello: più che un hashtag, uno stile di vita

#seminailbello, non solo un hashtag, ma uno stile di vita!

Conoscete #SeminailBello, l’hashtag che fa germogliare la bellezza?
Oggi con questo blog post fuori programma, vi racconto un po’ di lui.

Pariamo da qui

Il 5 luglio mi arriva una notifica su Instagram da parte di Zuccaviolina– la conoscete tutti, vero?!- che fa pressappoco così: “Il Giardino di Chiara e Nausicaa Social Web , per caso vi fischiano le orecchie?😉”

Siccome quella frase l’avevo già letta altre volte tra i suoi commenti, mi si sono drizzate le antenne.
Vado a vedere sul suo profilo e il suo ultimo post è dedicato agli hashtag dell’estate
Così leggo con attenzione intanto la didascalia del post, e già mi si iniziano a gonfiare gli occhi, poi seguo il link e approdo sul suo articolo e la frittata è fatta.

Seguono lacrime di gioia e commozione: Marta ha scelto il mio hashtag, #seminailbello, tra quelli da suggerire per questa estate.
Neanche a dirlo, l’hashtag su ig è esploso e ora è ancora più ricco di bellissimi post!

Ma mi sono accorta di 2 cose:

  • la prima è che non ho mai raccontato davvero per bene il senso profondo di questo tag creato una manciata di mesi fa’ e che già contava tra le sue schiere bellissime persone
  • La seconda è che, di solito, la domenica sera faccio una carrellata dei dieci post della settimana che mi hanno colpito di più e vorrei spiegarvi il motivo di alcune scelte a scapito di altre.

Quindi bando alle ciance e veniamo a lui.

#SeminaIlBello

Semina il bello è un hashtag che nasce circa a gennaio del 2019, ma che inizialmente, come spesso accade, usavo praticamente solo io.
Poi pian piano ha iniziato ad avere un po’ di riscontro e già i primi di maggio contava i suoi primi 1000 post.
Ad oggi ha superato abbondantemente i 2000
, ma ora l’instagram ha cambiato modalità di visualizzazione e conteggio e quindi si legge solo +1000.
Forse dovremo attendere i 10K per poter di nuovo vedere un cambio sul contatore. 😉

Fatta questa piccola premessa, torno a lui e al suo significato.

Perché #Seminailbello?

Semina il bello, che ora è anche un account ancora vuoto, che sta attendendo ispirazione giusta per partire (abbiate pazienza!), è un hashtag che pensa in grande.

Mentre cercavo un hashtag che mi rappresentasse, mi balenò in mente il concetto greco di kalokagathìa, crasi di Kalos (bello) kai (e) Agathos (buono).
Per gli antichi Greci, chi era buono di spirito, valoroso, coraggioso, era anche bello e, al contrario, chi era disonesto, meschino, di indole cattiva, era brutto. (Quando si dice, piove sempre sul bagnato! ;))

Bene, da questa reminescenza liceale, ho capito che il bello per me non aveva solo una valenza puramente estetica, ma era legato alla bontà d’animo e ai valori che intessono storie di crescita personale e che volano alto!
Così, subito dopo, come un lampo a ciel sereno, mi è arrivata l’ispirazione che mi ha portato a lui: #seminailbello.
Nell’immaginarlo, ho visualizzato parole, immagini, contenuti, come semi e una mano che li poggia con cura a terra per poi coprirli, accudirli e portarli a germogliare. Quella mano siamo noi.🌱

E quindi?
Semina il Bello è:

  • scegliere una direzione e portarla avanti con attenzione, cura e sostenibilità.
  • riconoscere i propri sogni, coltivarli e farli germogliare
  • scegliere la creatività e attingere a piene mani al potere dell’intuito
  • lavorare ad una Comunicazione gentile, discreta, educata, felice
  • dare voce alle storie belle e farle risuonare
  • sapere da che parte stare
  • coltivare bene, vivere bene, essere presenti a sé stessi, perché se semini il bello, respiri il bello e rifletti luce

Questi sono i principi che guidano la mia vita e il mio business, giacché da che ho memoria, ho scelto la via della cura, dell’etica, del rispetto, del valore silenzioso che sta dietro alle cose, della sostenibilità, del fare per diventare, un passo alla volta, cambiamento e quindi non potevano che essere alla base anche del mio hashtag,

Gandhi disse:

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

Ecco, con #seminailbello aspiro a questo: produrre una consapevolezza virale che punti ad una Comunicazione gentile, felice, pulita, di valore, ma non solo. Semina il bello non si ferma alla comunicazione, ma vuole andare oltre.

Nanni Moretti in Palombella Rossa dice:

Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti!

Se ci si ragiona un po’ su, è proprio così e, al contrario dell’equazione, se parli bene, pensi bene e vivi meglio, non trovate?

#seminailbello non è solo un hashtag, quindi, ma un modo di pensare, una direzione, un’attitudine. Uno stile di vita

 

La scelta dei post

Per le ragioni che ho appena descritto, quando ogni domenica seleziono quelli che per me sono i post più belli della settimana di #seminailbello, non guardo solo lo scatto.
Certo, non posso negare di essere attratta profondamente dalle foto più suggestive, ma per lo più mi soffermo a leggere le didascalie e sono quelle che di solito, mi fanno scegliere.
Non è proprio un lavoretto da nulla, visto che i post iniziano ad essere tanti, ma per me seminare il bello passa anche da qui.

Quindi, a volte vedrete delle carrellate con foto che non fanno dire immediatamente uau, ma è proprio quello il caso in cui vi inviterò a leggere: perché vuol dire che dietro a quello scatto si nasconde un messaggio che è proprio in sincronia con l’ideale che nutre il mio #.

 

Ho condiviso post contro i pregiudizi, che siano essi sulla disabilità, sulla natura dell’amore; ho condiviso post che parlavano di rispetto delle differenze; post sull’educazione e sull’ascolto attivo; su una pedagogia attenta al benessere bambino; post sull’idea di #restareumani.
Ho condiviso post che trattano il rispetto per l’ambiente e il pianeta ( di cui mi faccio io stessa promotrice, insieme alla grande formichina Chiara, @il_giardino_di_chiara, anche lei fra gli hashtag che migliorano il mondo, citati da Marta.)

Insomma, sebbene l’input iniziale sia quello di seminare parole, immagini e contenuti che ispirino al bello, all’etico, al costruttivo e al sostenibile, e quindi facciano subito pensare ad un ‘Etica per la comunicazione online’, sta di fatto, che la cosa va ben oltre e questo piccolo hashtag ha una missione: essere il cambiamento che desideriamo vedere attorno a noi.

Siate cambiamento, siate resistenza gentile, siate autenticamente tesi ad un mondo migliore.
Perché si può seminare parole, contenuti e immagini che anelano al bello, all’etico, al virtuoso oppure fare esattamente l’opposto: sta a noi la scelta, è nostra la responsabilità!

Se vi ritrovate in queste parole, vi aspetto nella nostra Community.
E, a proposito, un Grazie gigante a Marta, uno speciale a tutti/e coloro che ci hanno creduto fin dall’inizio e un altro ancora a coloro che stanno arrivando adesso! 💙
#seminailbello 🌱

Luglio_11_2019

Vi potrebbe interessare: